Bcc Napoli, brindisi di Natale. Manzo: Un anno di grandi successi, e nel 2020 nuova sede in via Carducci

151
In foto Antonio Sasso, Amedeo Manzo e Gianfranco Coppola

di Maridì Vicedomini

Rosso e Blu: questi i colori ufficiali della Bcc Napoli, presidente Amedeo Manzo, che hanno “dipinto” per qualche ora Palazzo San Teodoro, la storica dimora patrizia di riviera di Chiaia, a Napoli, giovedi 12 dicembre, in occasione di un raffinato Christmas brunch organizzato da Anna Riviergi, responsabile dell’Ufficio di presidenza e relazioni esterne della Bcc Napoli. A fare gli onori di casa il presidente Amedeo Manzo che si è così espresso: “Il 2019 è stato un anno straordinario che ha visto la nostra banca, in un territorio sempre più flagellato da fenomeni economici negativi come la perdita di posti di lavoro, la emigrazione di tante aziende, in pole position, proponendo e mettendo in atto un modello nuovo, di fiducia e di speranza che opera in maniera diretta con i propri interlocutori, mietendo fiducia tra i risparmiatori, ma soprattutto dando concretezza ai sogni di molti giovani di voler mettere in piedi una propria impresa. Quest’anno abbiamo finanziato oltre 150 start up e 250 realtà innovative creando circa 3000 unità lavorative. Questa è la risposta di una banca di territorio che deve mettere al centro del suo interesse l’uomo. Spesso il rating quantitativo, quello dei logaritmi dice no a questo tipo di politica bancaria, ma il rating umano che noi Bcc Napoli abbiamo redatto ponendolo anche all’attenzione del Santo Padre è a nostra avviso molto più importante; ciò significa che tutta la modernità, la digitalizzazione non è anteposta all’uomo ma cammina con l’uomo, facendo in modo che le imprese locali investano nel proprio territorio, aprendo fabbriche, assumendo nuovo personale, ristrutturando laboratori già esistenti. Tutto ciò rientra nella nostra mission: creare ricchezza e lavoro, ma soprattutto fiducia e speranza nella nostra terra. Ed a proposito del “Mes”, oggetto di grandi dissensi politici in questo periodo, il presidente Manzo si è così espresso: “ Il fondo salva stati europeo, è un tema che tutte le banche subiscono; in particolare noi del Credito cooperativo, abbiamo sempre sostenuto la criticità di questa operazione, sulla base di una profonda convinzione che gli Stati debbano salvare la propria economia attraverso una politica che crei posti di lavoro, per fare in modo che i nostri “cervelli” non continuino ad emigrare all’estero”. Prospettive future per gli anni a venire della Bcc Napoli? ” Nel 2020 – ha detto Manzo – apriremo una nuova filiale a Chiaia, in via Carducci, ampliando di altri 500 mq l’attuale sede di piazza Municipio e poi in previsione ci sono nuove aperture alla Stazione Centrale ed al Vomero”. Al brunch natalizio, curato in maniera eccellente da “Le catering”, hanno partecipato molti rappresentanti della stampa della Campania; tra questi, Ottavio Lucarelli, presidente dell’Ordine dei Giornalisti della Campania, Domenico Falco, Antonio Sasso, Gianni Ambrosino, Gianfranco Coppola, Emanuela Sorrentino, Cristina Cennamo, Ornella Mancini, Gerardo Ausiello, Stefano Albamonte.