Benalla pronto a testimoniare

10

Parigi, 29 lug. (AdnKronos) – “Vogliono delle spiegazioni, ho di che parlare”, ha affermato l’ex capo della sicurezza di Emmanuel Macron, , licenziato dal suo incarico all’Eliseo dopo che le Monde lo aveva identificato come l’agente che aggrediva una coppia di manifestanti alle proteste del primo maggio a Parigi. In una intervista al Journal du Dimanche, dopo quella concessa a le Monde giovedì e a TF1 il giorno successivo, Benalla si dice pronto a rispondere alle domande dei parlamentari delle due commissioni di inchiesta, all’Assemblea nazionale e al Senato.

“Devo riposarmi, ma ho piuttosto voglia di andarci. Vogliono delle spiegazioni, ho di che parlare”, ha dichiarato, anticipando di doversi ancora consultare con il suo legale. Nessuna delle cinque persone interessate dai provvedimenti giudiziari – oltre a Benalla, il funzionario di En Marche coinvolto nel pestaggio, Vincent Crasse e i tre funzionari di polizia che avrebbero trasmesso delle immagini della video sorveglianza all’ex capo di missione dell’Eliseo – sono state ascoltate in Parlamento, dove potrebbero parlare ma non sui fatti di cui sono accusati penalmente. Deputati e senatori dell’opposizione hanno tuttavia reclamato la convocazione di Benalla, abbandonando per protesta, all’Assemblea nazionale, l’ultima seduta di venerdì. La commissione del Senato prosegue invece i suoi lavori che si protrarranno a settembre.