Beni culturali, De Luca: Con distretto turistico Napoli-Roma 5% del Pil in più

37

Per la migliore fruizione dei beni culturali la Campania e il Lazio devono fare sistema, “organizzando tra Roma e Napoli il più grande distretto turistico del mondo” che potrebbe valere il 5% del prodotto interno lordo dell’Italia intera. E’ quanto ritiene il presidente della Giunta regionale della Campania, Vincenzo De Luca che oggi ha presentato a Napoli “Artecard Mann/Capodimonte”, un biglietto integrato per visitare le due strutture. “In queste due città vi è la più alta concentrazione al mondo di patrimonio storico artistico, culturale, architettonico, ambientale ed eno-gastronomico – dice ancora De Luca – Potremmo creare un progetto in grado di realizzazione un aumento del 5% del prodotto interno lordo dell’Italia”. Nell’attesa del decollo dei progetti unitari “noi dobbiamo difendere i nostri territori – ha concluso De Luca – e la corsa non la dobbiamo fare su Roma ma su Milano perché è oggi il territorio più dinamico di Italia”. L’unica cosa che “mi fa male lavorando a Napoli – ha detto infine De Luca – è vedere la quantità di tempo che noi perdiamo nella politica politicante mentre i nostri cugini milanesi stanno guardando al mondo intero con i loro investimenti”.