Beni culturali, donati a Venezia 216 disegni dal ‘500 ad oggi

77

Una nuova importante donazione andrà ad arricchire il patrimonio della Fondazione Musei civici veneziani. Si tratta di 216 disegni di autori tra i più importanti del panorama italiano e internazionale, databili in un arco temporale che va dal 1500 alla seconda metà del secolo scorso, donati alla Città di Venezia da Paolo Galli.

A portare i ringraziamenti del sindaco e dell’Amministrazione comunale è stata questa mattina la presidente del Consiglio comunale, Ermelinda Damiano, che ha ricevuto a Ca’ Farsetti Galli, donandogli il gagliardetto della Città di Venezia come attestazione di stima e gratitudine.

La presidente Damiano ha inoltre consegnato al benefattore una lettera del sindaco Brugnaro in cui il primo cittadino ha rimarcato il valore dell’encomiabile atto di generosità “che ci inorgoglisce e al tempo stesso ci investe di una grandissima responsabilità”.

“La donazione – sottolinea il sindaco – consentirà alla Città di Venezia di arricchire sensibilmente il Gabinetto di disegni e stampe accuratamente conservato dalla Fondazione Musei Civici di Venezia. Un patrimonio che, di anno in anno, sta aumentando sensibilmente di valore ma che, grazie alla suo preziosa donazione, andrà ulteriormente a caratterizzarsi. Lo farà potendo annoverare nuovi disegni preparatori dei nostri concittadini Tiepolo o Palma il Giovane fino ad arrivare a Fortuny Madrasso e ad altri illustri pittori della tradizione veneziana e veneta, ma ancor di più lo farà andando a incamerare opere autografe di artisti che hanno vissuto lontano dalla nostra terra come Pomodoro, Sironi, Novati e tanti altri che lei ci chiede di costudire per l’eternità”.