Beni culturali, la mappa delle nuove soprintendenze uniche in Campania

61

“Questa mattina con Matteo Renzi ho firmato il secondo passo della riforma del ministero”. Così il ministro dei Beni culturali Dario Franceschini nel corso del suo intervento durante la cerimonia di apertura di “Mantova capitale
italiana della cultura 2016” a cui ha partecipato anche il presidente del Consiglio. “Con questo atto – ha spiegato Franceschini – il ministero viene ridisegnato a livello territoriale per rafforzare i presidi di tutela e semplificare il rapporto tra cittadini e amministrazione. Le nuove soprintendenze parleranno con voce unica a cittadini e imprese riducendo tempi e costi burocratici”. La nuova articolazione territoriale, realizza una distribuzione dei 41 presidi di tutela più equilibrata ed efficiente che è stata definita tenendo conto del numero di abitanti, della consistenza del patrimonio culturale e della dimensione dei territori. Alle 39 soprintendenze uniche si sommano le 2 Soprintendenze speciali del Colosseo e di Pompei. Per quanto riguarda la Campania, le nuove sedi sono: Soprintendenza Archeologia, belle arti e paesaggio per il Comune di Napoli, con sede a Napoli; la Soprintendenza Archeologia, belle arti e paesaggio per l’area metropolitana di Napoli, con sede a Napoli; Soprintendenza Archeologia, belle arti e paesaggio per le province di Caserta e Benevento, con sede a Caserta; Soprintendenza Archeologia, belle arti e paesaggio per le province di Salerno e Avellino, con sede a Salerno.