Beni culturali, il neo ministro Bonisoli a Pompei: Parto da qui perché è una gemma del Paese

38
in foto Alberto Bonisoli

“Volevo dare importanza visiva delle priorità che avremo durante questa legislatura ed è l’attenzione al patrimonio. Pompei è una delle gemme di questo patrimonio. La nostra responsabilità è quella di conservare questo patrimonio, tutelarlo, proteggerlo”. Cosi il ministro dei Beni, delle Attività Culturali e del Turismo, Alberto Bonisoli, risponde a chi gli chiede perché abbia scelto Pompei per il suo debutto.
“Fare profitto con la cultura non è il mio obiettivo, quello che vedo è che con la cultura si può creare e del buon lavoro. Cerco delle competenze dei ragazzi, professioniste che sappiano fare un mestiere, che lo facciano sul territorio, e che deve essere strutturato nel modo giusto e quindi sto parlando di assunzioni a tempo indeterminato” dice ancora ministro che poi anticipa la sua prossima meta. “Nelle prossime settimane – dice – mi recherò nelle regioni che sono state vittime del terremoto, nelle Marche, in Abruzzo, Umbria e Lazio per visitare questi siti che necessitano di un pochino di attenzione in più e cura particolare in questo momento che per loro è così complicato”.