Beni culturali, Palazzo Fuga: 150 milioni di euro per il Louvre napoletano

390
in foto l'Albergo dei Poveri a Napoli

Il Real Albergo dei Poveri di Napoli tornerà a nuova vita. Il Governo infatti ha inserito lo storico palazzo realizzato dall’architetto fiorentino Ferdinando Fuga negli interventi previsti per il Recovery Plan: investimento da 150 milioni per il restauro della struttura e il suo riaddattamento a funzioni museali.
“Siamo contenti che il Governo abbia mostrato attenzione per il nostro Albergo dei Poveri e sia riuscito ad inserire il progetto del Comune di Napoli tra quelli destinatari del Recovery Plan – commenta su Facebook il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris – Il nostro progetto prevede un impegno di 150 milioni di euro da investire per interventi di consolidamento, riconfigurazione architettonica e restauro (organizzati in ben 8 lotti). Abbiamo previsto che il Palazzo storico abbia funzioni museali, culturali, sociali, istituzionali e di formazione. L’Albergo dei Poveri è un bene comune dei napoletani ed è per questo che teniamo fortemente al suo futuro. È giusto che quel palazzo meraviglioso riprenda a vivere e diventi finalmente un punto attrattivo e di riferimento per i cittadini e per tutti i visitatori”.