Benin, una visita speciale al Consolato di Napoli

28
 Il Consolato della Repubblica del Bénin a Napoli, rappresentato dal Console Giuseppe Gambardella, ha ricevuto in visita ufficiale S.E. il Presidente dell’Associazione Nazionale dei Comuni del Bénin (ANCB) e Sindaco di Cotonou Luc Setondji Atrokpo, il quale ha siglato con il Presidente dell’Associazione Nazionale dei Comuni Italiani – Sezione Campania e Sindaco di Caserta Carlo Marino, un accordo di partenariato che ha come obiettivo la realizzazione in Italia ed in Benin di un Forum che possa coinvolgere amministrazioni comunali, operatori economici, culturali e sportivi, al fine di creare nuovi progetti di sviluppo che possano investire le realtà locali dei due Paesi ed essere d’impatto per la popolazione. La cooperazione decentrata internazionale svolge un ruolo cruciale nello sviluppo delle nazioni, infatti consente di condividere esperienze e soluzioni innovative a sfide comuni, incoraggiando il rafforzamento delle competenze ed il trasferimento di risorse attraverso la formazione, promuovendo attività economiche, creando una maggiore comprensione interculturale e incoraggiando il rispetto reciproco. È in questo contesto globale che si è instaurata la collaborazione tra l’Associazione Nazionale dei Comuni del Benin (ANCB), il Consolato del Benin a Napoli e l’Associazione Nazionale dei Comuni Italiani (ANCI), la quale raggiungerà la sua massima espressione con l’organizzazione del primo Forum Benin – Italia previsto per ottobre 2024. Il Presidente Atrokpo, nel corso del suo soggiorno, ha avuto l’onore di essere ricevuto da numerose istituzioni della città, tra cui S.E. il Prefetto di Napoli Michele Di Bari, il Comandante Logistico della Marina Militare Ammiraglio di Squadra Salvatore Vitiello e il Comandante della Legione Carabinieri Campania Generale di Divisione Antonio Jannece, uomini di Stato che sono stati beni lieti di esprimere il loro compiacimento e sostegno per l’ambizioso progetto. Inoltre l’Autorità Beninese ha avuto modo di incontrare il Prof. Francesco Dandolo delegato del Rettore dell’Università Federico II di Napoli Matteo Lorito e le Dottoresse Vanessa Foggia e Maria Cristina Raffone in rappresentanza del Commissario Straordinario della Camera di Commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura di Napoli Maria Salerno, i quali si sono espressi disponibili ad accompagnare l’organizzazione di alcune attività del Forum per lo sviluppo di iniziative in ambito accademico e commerciale. Non meno importante è stata la visita agli istituti scolastici napoletani: l’I.P.S.S.E.O.A “Ippolito Cavalcanti” rappresentato dal Dirigente Scolastico Carmela Libertino; l’IIS Sannino-De Cillis del Dirigente Scolastico Angela Mormone e l’Istituto Statale Comprensivo “Toti Borsi Giurleo” rappresentato dal Dirigente Scolastico Chiara Lucia Schiavo e dalla Prof.ssa Marianeve Manganiello. L’Assessore della VI Municipalità Mariarca Viscovo, da sempre impegnata nel suo territorio ed in Benin attraverso numerosi progetti volti soprattutto al sostegno delle fasce più deboli, ha coinvolto questi ultimi nella raccolta di zaini e mobilia scolastica, al fine di donare ai bambini beninesi i mezzi necessari per incentivare la loro istruzione. Infine il Console Giuseppe Gambardella ha concluso: “E’ soltanto con la sinergia e con la fratellanza che si possono raggiungere degli obiettivi così importanti. Pertanto ringrazio il Presidente dell’ANCB Atrokpo, un uomo d’azione che mi ha accompagnato tante volte in missione e di cui ho potuto constatare l’impegno che profonde per il suo popolo. Ringrazio il Presidente dell’ANCI Campania Marino per aver fortemente sostenuto il progetto e per la sua lungimiranza, in quanto ha compreso il vero valore della cooperazione allo sviluppo e della diplomazia, come volano per creare progresso. Sono grato al Presidente della VI Municipalità di Napoli e Delegato alla Cooperazione Internazionale per l’ANCI Campania Sandro Fucito, al quale sono legato da un’amicizia ventennale, certo che anche lui darà un appoggio incisivo e concerto a questa nuova iniziativa. Aggiungo che solo l’amore è il vero ed unico motore che muove il mondo, anche perché se non ci diamo veramente da fare rischiamo di lasciare il nulla alle generazioni future, quindi io mi auguro che si costruiscano sempre più ponti e mai barriere.”