Benzina e diesel, pioggia di rialzi

36

Roma, 1 set. (AdnKronos) – Dopo le avvisaglie di ieri, si scatena questa mattina una pioggia di rialzi per i prezzi consigliati dei carburanti alla pompa, sospinti da un nuovo forte rialzo delle quotazioni in Mediterraneo. La chiusura delle raffinerie del Golfo del Messico per via dell’uragano Harvey (un terzo della capacità di raffinazione Usa) ha generato una forte domanda di prodotti dall’Europa (soprattutto benzina), facendo così schizzare i prezzi. In soli due giorni la quotazione della benzina è salita di quasi il 12%, quella del gasolio del 6% circa. Stando alla consueta rilevazione di Staffetta Quotidiana, Eni ha aumentato di due centesimi al litro i prezzi consigliati della benzina e di un centesimo al litro quelli del gasolio. Rialzi anche per Esso (+1 cent su benzina e gasolio), IP (+1,2 cent sulla benzina e +1 cent sul diesel) e Q8 (+2 cent su benzina e gasolio).

Queste le medie dei prezzi praticati comunicati dai gestori all’Osservatorio prezzi del ministero dello Sviluppo economico ed elaborati dalla Staffetta, rilevati alle 8 di ieri mattina su circa 13mila impianti: benzina self service a 1,499 euro/litro (invariato, pompe bianche 1,473), diesel a 1,344 euro/litro (invariato, pompe bianche 1,318). Benzina servito a 1,619 euro/litro (+1 millesimo, pompe bianche 1,515), diesel a 1,468 euro/litro (+1 millesimo, pompe bianche 1,361). Gpl a 0,603 euro/litro (invariato, pompe bianche 0,586), metano a 0,963 euro/kg (invariato, pompe bianche 0,952), prosegue la nota.

Queste le quotazioni dei prodotti raffinati in Mediterraneo: benzina a 393 euro per mille litri (+22), diesel a 363 euro per mille litri (+9, valori arrotondati), conclude la Staffetta.