Berlusconi: “Addio Paolo, io perdo un amico e l’Italia un artista geniale”

35

Roma, 3 lug. (AdnKronos) – “Ho appreso con profondo dolore la notizia della scomparsa di Paolo Villaggio. Io personalmente perdo un amico con il quale ho condiviso esperienze bellissime sul piano umano e professionale”. Sono le parole di Silvio Berlusconi, che rende omaggio all’attore scomparso all’età di 84 anni. “L’Italia perde un artista geniale, che ha saputo regalare una risata a generazioni di italiani, ma anche far riflettere su tanti aspetti del costume, delle relazioni umane, dell’evoluzione della società nell’ultimo mezzo secolo”, aggiunge,

“Paolo Villaggio ha saputo portare nel cinema, nella televisione, nella carta stampata un linguaggio nuovo, brillante, coinvolgente. Era un grande professionista, con il quale lavorare era un piacere -prosegue il leader di Forza Italia-. Mi mancheranno la sua ironia intelligente e graffiante, la sua capacità di cogliere il lato comico della vita, la saggezza amara delle sue riflessioni”.

“Soprattutto, Paolo era un uomo libero, un vero anticonformista, che non esitava ad ironizzare su ogni forma di potere, compreso il potere culturale dominante. Anche per questo la sua è stata una grande lezione, di arte e di vita”, conclude Berlusconi.