Berlusconi: “Scendo ancora in campo, mi sento 40 anni”

28

Milano, 26 nov. (Adnkronos) – “Anche oggi sento il dovere di scendere in campo per evitare che il mio Paese vada in una situazione grave e pericolosa”. Lo afferma il leader di Forza Italia Silvio Berlusconi nel suo intervento a ‘Idee Italia’.

Una discesa in campo “di uno di più di 70 anni ma che si sente un giovanotto. L’età anagrafica non dice il vero: è il sentire dell’anima, io mi sento 40 anni e mi comporto da quarantenne”.

M5S – Con una battuta sui 5 Stelle, Berlusconi ha poi detto che “hanno un frontman che si chiama Di Maio, un faccino pulito, che ha fallito alle facoltà di legge e ingegneria, ha fatto solo un mestiere: lo steward al San Paolo per vedersi gratis le partite del Napoli” ha poi detto il leader di Forza Italia.

LEGA – E parlando degli alleati, ha proseguito: “Dal notaio si portano le persone di cui non si ha fiducia; noi non siamo concorrenti mai, noi siamo alleati. Siamo contenti dei voti che prenderanno la Lega e Fratelli d’Italia, insieme avremo la maggioranza per governare il Paese e fare quella rivoluzione liberale che riteniamo fondamentale per il futuro dell’Italia”.