Biblioteche in Campania: contributi a fondo perduto

70

Contributi a fondo perduto fino a 20mila euro alle biblioteche di enti locali e di interesse locale. Ad erogarli è la Regione Campania che con apposito decreto ha fissato i criteri e Contributi a fondo perduto fino a 20mila euro alle biblioteche di enti locali e di interesse locale. Ad erogarli è la Regione Campania che con apposito decreto ha fissato i criteri e le modalità di accesso ai finanziamenti prorogando al 25 settembre i termini per la presentazione delle domande. Beneficiari Le agevolazioni sono destinate alle biblioteche presenti sul territorio regionale, in possesso di precisi requisiti: assenza di barriere architettoniche; area dei servizi al pubblico non inferiore a 75 metri quadri; orario di apertura al pubblico non inferiore a 12 ore settimanali; dotazione di personale non inferiore a un’unità lavorativa con adeguata preparazione professionale e interamente dedicata al servizio della biblioteca; dotazione documentaria non inferiore a 1.500 volumi; partecipazione alla rilevazione dell’anagrafe regionale delle Biblioteche per l’anno 2013. Sono ammessi anche gli istituti che conducono attività complementari con le biblioteche, purché in possesso di adeguata esperienza e autorevolezza tecnico-scientifica in materia bibliotecaria, bibliografica e biblioteconomia, per i soli interventi di qualificazione, animazione, promozione, mostre e convegni, valorizzazione. Contributi La Regione eroga un contributo fino a un importo massimo di 20mila euro, che si riduce a 10mila per interventi di istituzione di biblioteche, incremento e miglioramento delle raccolte, delle dotazioni di arredi o attrezzature tecniche, catalogazione di fondi bibliografici moderni, pubblicazione di cataloghi a stampa per fondi antichi, di pregio o di particolare interesse culturale, attività di qualificazione e aggiornamento degli addetti alle biblioteche. Interventi ammessi Possono accedere all’agevolazione solo specifiche tipologie di intervento: istituzione di biblioteche; incremento e miglioramento delle raccolte librarie e documentarie; incremento e miglioramento delle dotazioni di arredi o attrezzature tecniche; catalogazione di fondi bibliografici moderni e pubblicazione di cataloghi a stampa per fondi antichi, di pregio o di particolare interesse culturale; attività di qualificazione e aggiornamento degli addetti alle biblioteche; realizzazione di mostre di materiale storico e artistico; progetti di animazione bibliotecaria; progetti di promozione di iniziative per lo sviluppo dei servizi all’utenza; convegni di studio in materia di biblioteche e musei; promozione e valorizzazione di patrimoni bibliografici antichi e di pregio. Le richieste di agevolazione vanno inviate alla Regione Campania, corredate della documentazione richiesta, entro il prossimo 25 settembre.


Contributi Fino a 20mila euro Beneficiari Biblioteche regionali Istituti complementari Requisiti minimi assenza di barriere architettoniche area servizi al pubblico di almeno 75 mq orario di apertura di almeno 12 ore settimanali almeno un’unità lavorativa assunta dotazione minima di 1.500 volumi Scadenza 25 settembre 2014