Biennale d’arte contemporanea, dopo 100 anni Napoli ci riprova. Martedì 21 la presentazione

111

Si svolgerà martedì 21 dicembre alle ore 10 al Teatro Sancarluccio di Napoli la conferenza stampa di presentazione del progetto “Esposizione Biennale d’Arte Contemporanea del Mediterraneo – Bacmed”.
Il progetto vuole riproporre l’Esposizione Nazionale Biennale d’Arte Città di Napoli (il cui presidente onorario fu Benedetto Croce) che si svolse a Palazzo Reale tra il maggio e l’ottobre 1921 con l’intento di “mettere in prima evidenza l’attività artistica contemporanea di ogni parte d’Italia, senza preferenze di scuola o maniera” ma non ebbe seguito, lasciando il campo aperto alla Biennale di Venezia che riuscì, al contrario, a dare all’evento quell’impronta di ampio respiro internazionale che gli ha permesso di diventare un importantissimo riferimento dell’arte fino ai giorni nostri.
L’iniziativa che viene presentata a cento anni di distanza ha l’obiettivo di restituire alla città di Napoli il ruolo di diffusione culturale che l’ha contraddistinta nella storia, raccogliendo le più importanti espressioni dell’arte del Bacino del Mediterraneo e rendendola un vero e proprio polo di riferimento del settore.
Il progetto, nato dall’iniziativa delle associazioni culturali Cultura Punto e a Capo, Comitato Portosalvo, CambiaMO e Progetto Napoli, vuole essere realizzato esattamente due anni dopo il 2021 per riprendere idealmente la naturale scansione temporale dell’evento, se mai fosse arrivato ai giorni nostri, ed ha incontrato l’interesse e il sostegno del sottosegretario alla Cultura Lucia Borgonzoni oltre ad aver coinvolto importanti fondazioni quali Fondazione Banco Napoli, Fondazione FFSS, Fondazione Magna Grecia e Museo di Pietrarsa, sempre attente alle iniziative di sviluppo culturale ed economico dei territori del Sud d’Italia.
Nella conferenza stampa di presentazione a cui interverranno, oltre a Lucia Borgonzoni, rappresentanti di rilievo delle citate Fondazioni e Associazioni civiche verranno illustrati i dettagli del progetto oltre le finalità e le potenziali ricadute nel tessuto economico cittadino.

Il programma

PRESENTAZIONE
Fabiana Gardini CuLTurA puntoeacapo

INTERVENTI
Donatella Dentice d’Accadia, Archivio Storico- Museo della Moda
Simona Cipriani, CambiaMO’
Antonio Pariante,Comitato Portosalvo
Alessandro Di Legge, Fondazione Magna Grecia
Oreste Orvitti, Museo di Pietrarsa
Luigi Cantamessa, Fondazione FFSS
Rossella Paliotto, Fondazione Banco Napoli

CONCLUSIONI
Lucia Borgonzoni, sottosegretario di Stato per la cultura