Bilancio Anicav: export da record

29

Le esportazioni sono il vero punto di forza dell’industria di trasformazione del pomodoro. È quanto emerge dai dati diffusi da Anicav, l’associazione che riunisce gli imprenditori delle conserve alimentari e vegetali, Le esportazioni sono il vero punto di forza dell’industria di trasformazione del pomodoro. È quanto emerge dai dati diffusi da Anicav, l’associazione che riunisce gli imprenditori delle conserve alimentari e vegetali, nel corso del “Tomato Day”, organizzato a Parma presso il Cibus Tec. Spicca, nell’analisi, il ruolo del distretto di Nocera, in provincia di Salerno, che esporta il 70 per cento della propria produzione e si attesta al primo posto tra i poli italiani di trasformazione del pomodoro. Le industrie che aderiscono ad Anicav si riuniscono a Napoli il prossimo 28 novembre per l’assemblea pubblica. In quella occasione si discute del futuro del settore insieme a Carlo Calenda, vice ministro allo sviluppo economico con delega all’internazionalizzazione, Riccardo Monti, presidente dell’Ice, e Andrea Olivero, vice ministro delle politiche agricole con delega alla tutela della qualità e alla repressione delle frodi dei prodotti agroalimentari. In Italia operano 120 aziende di trasformazione, di cui circa 80 localizzate nel Centro Sud e le restanti 40 nel bacino del Nord, con una presenza, in tale distretto, sia di imprese private che di aziende cooperative di auto trasformazione. Il fatturato totale 2013 del comparto ammonta a circa 3 miliardi euro. Sempre in Italia si concentrano il 12 per cento della produzione mondiale e il 55 per cento della produzione europea di pomodoro trasformato. Il Belpaese è leader mondiale nella produzione di derivati del pomodoro per il retail (vendita al dettaglio) con prodotti che vanno dai tradizionali pomodori pelati in scatola e concentrati fino all’invenzione, tutta italiana, delle polpe di pomodoro e ai più moderni sughi pronti. Il valore dell’export, nel settore, raggiunge gli 1,4 miliardi di euro l’anno e raggiunge tutto il mondo.