Bimba scomparsa in Francia, ricerche e perquisizioni

57

Parigi, 5 set. (AdnKronos) – Una perquisizione è stata avviata questa mattina all’interno dell’abitazione dei genitori dell’individuo arrestato nel quadro delle indagini sulla scomparsa della piccola Maelys, in Francia. Sul posto – luogo di residenza anche dell’indagato – si trovano i gendarmi dell’Istituto di ricerche criminali della Gendarmeria nazionale (IRCGN) e i due giudici istruttori incaricati del caso.

Secondo le informazioni raccolte da BFMTV, gli inquirenti sono alla ricerca di qualunque elemento in grado di far progredire le indagini e stanno inoltre effettuando verifiche. Si tratta della seconda perquisizione della casa: la prima era stata portata a termine subito dopo l’arresto del sospetto.

Continuano intanto le ricerche a tutto campo di Maelys, scomparsa 10 giorni fa durante un ricevimento di nozze: dai luoghi in cui il sospetto è solito passeggiare con i suoi cani e quelli in cui si sarebbe trovato la notte della scomparsa della bimba, stando ai dati rilevati sul suo cellulare, si perlustra una zona ampia, particolarmente complicata da esaminare. Oltre ai gendarmi, alle indagini lavora una squadra di 12 inquirenti che opera no stop sul caso.