Biogasfattobene, l’innovazione fa bene ad agricoltura e ambiente

5

Roma, 17 set. – (AdnKronos) – “La Politica Agricola Comune dovrebbe abbracciare soluzioni attente ai mercati e fortemente innovative quale il Biogasfattobene, per una reale politica di greening in Europa”. Così Piero Gattoni, presidente del Consorzio Italiano Biogas sottolineando che “il Biogasfattobene è la strada per rendere sostenibili economicamente le attività agricole, abbattendo le emissioni in atmosfera e fornendo all’industria e ai trasporti il biometano, un biocarburante rinnovabile che può essere fondamentale per accompagnare l’economia nel percorso di transizione verso l’elettrico da fonti rinnovabili”.

“I soci del Consorzio Italiano Biogas – ricorda Gattoni – hanno dimostrato, negli ultimi anni, che grazie a un insieme di pratiche agricole che sposano un approccio tecnologicamente avanzato, è possibile produrre più cibo ed energia dallo stesso campo, riutilizzando scarti e reflui, riducendo l’utilizzo di acqua e di fertilizzanti chimici, preservando l’integrità del suolo e aumentando la varietà e il numero dei raccolti”.

In più, quello del Biogasfattobene è “un modello perfettamente esportabile in Europa, come già dimostrato da un gruppo di ricerca internazionale guidato dal prof. Bruce Dale della Michigan State University”.

Il Cib è main sponsor del Global Food Forum 2018, iniziativa organizzata da Farm Europe e Confagricoltura a Mezzana Bigli (Pavia) che prende il via oggi e si concluderà domani. Il presidente Gattoni interverrà all’appuntamento portando l’esperienza avviata in Italia dagli agricoltori e dagli allevatori associati al Cib che, grazie al modello Biogasfattobene, hanno migliorato la produzione di alimenti, foraggi ed energia, innescando, nel contempo, un processo di decarbonizzazione del settore agricolo.