Black out e tromba d’aria nel Mantovano

11

Milano, 16 lug. (AdnKronos) – Una tromba d’aria e un nubifragio con tanto di black out di circa 10mila utenze. E’ una situazione di emergenza, tra edifici danneggiati e allagamenti, quella in cui si trovano diversi comuni del Mantovano, dopo la violenta ondata di maltempo che ha colpito il territorio la scorsa notte.

Paolo Grimoldi, deputato della Lega e segretario della Lega Lombarda, arriva a chiedere il riconoscimento dello stato di calamità. “Siamo certi che la Regione Lombardia e il governo daranno al mantovano tutto il supporto necessario in questa situazione di emergenza e, nel caso, anche il riconoscimento dello stato di calamità”. La grandine ha distrutto vigne e campi, mentre il vento ha scoperchiato alcuni edifici.

Secondo la Gazzetta di Mantova, i paesi più colpiti sono stati Castel d’Ario, Medole, Castelbelforte, Roverbella e Marmirolo, Cavriana ma i danni si contano anche in altri paesi del Medio e Alto Mantovano. E’ qui che sarebbe avvenuto anche il distacco delle utenze, riattivate nel corso della mattinata.