Blinken: Congresso ha dimostrato sostegno bipartisan Usa a Ucraina

11

Milano, 21 mag. (askanews) – “Molti dubitavano che il sostegno bipartisan all’Ucraina e ad altre urgenti priorità di sicurezza nazionale potesse durare”. Lo ha detto il segretario di stato Usa Antony Blinken, nelle sue osservazioni di apertura davanti alla Commissione per le Relazioni Estere del Senato sulla richiesta di bilancio del Dipartimento di Stato per l’anno fiscale 2025. “Il mese scorso, il Congresso ha dimostrato al mondo che non ci tireremo indietro quando avete approvato con un margine schiacciante il disegno di legge sui finanziamenti supplementari del presidente Biden” ha aggiunto Blinken, notando che la Russia sta commettendo “un’aggressione non solo contro l’Ucraina, ma contro i principi al centro della Carta delle Nazioni Unite – sovranità, integrità territoriale, indipendenza – che sono gli elementi costitutivi della pace e della sicurezza globali”.

Blinken, durante la seduta ha dovuto interrompersi alcune volte a causa di elementi di disturbo in sala: alcuni manifestanti pro Palestina lo hanno interrotto ripetutamente. Il segretario ha atteso che il senatore Ben Cardin che presiedeva la seduta gli restituisse la parola. “I nostri investimenti all’estero non vanno a scapito della nostra forza in patria, tutt’altro” ha detto, presentando un budget del Presidente per l’anno fiscale 25 che richiede 58,8 miliardi di dollari per il Dipartimento di Stato e l’USAID.

“Il bilancio garantirà che gli Stati Uniti continuino a essere il partner preferito a cui i paesi si rivolgono quando hanno bisogno di risolvere grandi problemi” ha spiegato Blinken. “In un’era di rinnovata competizione tra grandi potenze, dobbiamo presentare l’offerta più forte possibile: un’offerta che sia pertinente e rispondente alle esigenze dei paesi e che promuova la nostra sicurezza e i nostri interessi economici. Ecco perché chiediamo 2 miliardi di dollari per un nuovo fondo per costruire infrastrutture sostenibili e di alta qualità in tutto il mondo. Fondamentalmente, investimenti come questi creano posti di lavoro per gli americani. Espandono i mercati per le nostre attività”.