Blitz contro i complici di Messina Denaro

16

Palermo, 11 dic. (AdnKronos) – E’ di un fermo e di numerose perquisizioni nel trapanese il bilancio di un’operazione antimafia eseguita all’alba di oggi dai Carabinieri in un blitz contro i fiancheggiatori del boss mafioso latitante Matteo Messina Denaro. Sono una ventina le persone indagate. Le perquisizioni sono state ordinate dal procuratore di Palermo Francesco Lo Voi e dal Procuratore aggiunto Paolo Guido. Perquisizioni, in particolare, a Castelvetrano, luogo di origine di Messina Denaro, ma anche a Mazara del Vallo, a Campobello di Mazara, a Salemi, a Santa Ninfa, a Marsala. E pure a Palermo. Il provvedimento di fermo è stato emesso dalla Dda nei confronti di un imprenditore.

In carcere è finito Matteo Tamburello, figlio del boss di Mazara del Vallo Salvatore Tamburello, morto un anno fa e ritenuto vicinissimo al boss Messina Denaro. Sono oltre duecento i Carabinieri impegnati nel blitz della notte, ancora in corso. Il servizio di oggi si inserisce nell’ambito dell’inchiesta della Dda sul boss Messina Denaro latitante da oltre 25 anni.