Bmw. Nel 2030 metà del venduto sarà elettrico, nel 2021 utile crescerà

8

Nel corso di una presentazione globale ai media, Bmw ha annunciato i suoi obiettivi per il 2021, che passano tutti da un’offensiva tecnologica con riallineamento completo e senza compromessi su elettrico, digitale e circolare. In quest’ottica, la BMW i4 sarà lanciata tre mesi prima del previsto, circa il 90% dei modelli avranno versioni completamente elettriche entro il 2023, con una quota full electric di oltre 50% del totale del venduto entro il 2030. Sempre entro quella scadenza Mini diventerà un marchio completamente elettrico. Dalla metà del decennio, una nuova generazione di modelli porterà la mobilità premium a un nuovo livello da una prospettiva tecnologica.
“Bmw ha piani ambiziosi per il 2021. Abbiamo iniziato il nuovo anno alla grande slancio e mirano a tornare ai livelli pre-crisi il più rapidamente possibile”, ha spiegato Oliver Zipse, presidente del consiglio di amministrazione. “Abbiamo una chiara tabella di marcia”, sottolinea. Come target, per il 2021, prevede un aumento dell’utile ante-imposte e delle consegne. E’ previsto un margine Ebit tra il 6 e l’8 per cento per l’intero esercizio. “Il 2021 per noi vuol dire crescita. Allo stesso tempo, siamo pronti a rispondere in modo flessibile”, ha affermato Nicolas Peter, membro del consiglio di amministrazione di Bmw. “Pensiamo e agiamo a lungo termine, prendendo le giuste decisioni oggi stiamo preparando il terreno per raggiungere i nostri ambiziosi obiettivi strategici per il 2025, 2030 e oltre”, ha aggiunto.
(ITALPRESS).