Boccaccio a Villa Pignatelli per un “Museo da leggere”

71

Prosegue, presso la storica residenza neoclassica di Villa Pignatelli, (recentemente riaperta al pubblico), dopo il successo del primo incontro con il poeta Valerio Magrelli sul tema “Poesia, prosa, disegno”, la rassegna Un museo da leggere. Il secondo appuntamento, ad ingresso gratuito, dal titolo Decameron, tra letteratura e teatro si terrà venerdì 12 febbraio, alle ore 16:30 e sarà dedicato a sette delle cento novelle del Boccaccio: l’arcangelo Gabriello, il marito confessore cornuto, la testa dell’amato nel vaso, il mutolo e le suore, cuore in coppa,  il falso incinto, l’amore fatto di parole. 

Ad offrire lo spunto per questo nuovo incontro la pièce teatrale in scena al Teatro Diana, fino al 21 febbraio, “Decamerone, vizi, virtù e passioni”, liberamente tratto dall’omonimo testo. Saranno infatti presenti l’attore Stefano Accorsi e il regista dello spettacolo Marco Baliani, modererà l’incontro Giancarlo Alfano, professore di letteratura italiana presso la Federico II di Napoli ed esperto di storia del teatro. L’iniziativa, che vede il sostegno del Comune di Napoli e dell’Assessorato alla cultura, è coordinata dall’Onlus A voce Alta che vuole diffondere il piacere della lettura e mira alla creazione di un pubblico consapevole di lettori. Seguirà un nuovo incontro il 19 febbraio alle ore 18,30 su “Narrazione della giustizia” con Benedetta Tobagie Vincenzo Piscitelliin collaborazione con Astrea – Sentimenti di Giustizia.