Boccia al convegno del Mattino: L’Italia è un Paese del sospetto che elimina il merito

42
In foto Vincenzo Boccia

“Il nostro e’ un Paese che si accontenta di quello che e’ e non di quello che potrebbe essere. E’ un Paese del sospetto che elimina il merito” anche se questo “non significa che il Paese non sta reagendo”. Il presidente di Confindustria, Vincenzo Boccia, intervenuto al convegno de Il Mattino ‘Avere 20 anni al Sud’, auspica un’agenda per il Paese e un rapporto di fiducia tra le istituzioni. “Dopo marzo cosa accade?” Si chiede Boccia e sottolinea: “Possiamo assistere ad un dibattito in questo Paese in cui, anziche’ aprire un fronte sul grande piano di inclusione dei giovani, azzerando ad esempio totalmente il cuneo fiscale per far entrare nelle imprese nativi digitali, e innovazione e progetto di vita e nella Pa per evitare il secondo divario con le imprese, si discute di quanto deve essere la durata dei contratti a tempo determinato o come smontare il Jobs Act? E’ questa l’agenda economica che il Paese merita? Io penso di no”. Poi Boccia auspica un “rapporto di fiducia tra le istituzioni, che sono un esempio per i cittadini”.