Bollette: come risparmiare con le offerte luce e gas giuste

57

Far quadrare i conti a fine mese non è cosa semplice. C’è da fare i conti con diverse spese da affrontare, su tutte quelle di luce e gas che si vanno ad aggiungere a quelle per l’auto, per la spesa, le uscite extra e qualche altro imprevisto che è sempre dietro l’angolo. La spesa relativa al consumo di gas ed energia elettrica è imprescindibile per ogni nucleo famigliare e per questo è importante ottimizzare i consumi oltre che capire quale fornitore di energia elettrica è più conveniente. Non è un caso, infatti, se molte famiglie sono alla continua ricerca di soluzioni in grado di far risparmiare, valutando diverse soluzioni di offerte luce.

Risparmiare sull’energia elettrica
Grazie a semplici accorgimenti che possono sembrare banali è possibile risparmiare sulle offerte luce. Si parte, ad esempio, dagli elettrodomestici e dalle lampadine a basso consumo. Al momento dell’acquisto, è utile investire su un elettrodomestico (come il frigorifero, che è uno di quelli a consumo maggiore) di classe A+++, più costoso ma che prevede consumi inferiori, piuttosto che ottenere un risparmio iniziale con conseguenze negative sull’importo mensile da pagare per i consumi energetici.
Stesso discorso per l’illuminazione della casa attraverso le lampadine led che garantiscono un consumo decisamente inferiore rispetto ai faretti alogeni, consentendo una diminuzione rilevante nella spesa per l’energia elettrica e qualificandosi come dispositivi all’avanguardia per quanto riguarda il risparmio energetico domestico.
Spegnere gli elettrodomestici inutilizzati, poi, può darci una grossa mano nel risparmio di energia elettrica. È importante ricordarsi di spegnere questi elettrodomestici soprattutto se non vengono utilizzati per un periodo di tempo mediamente lungo: in particolare il modem, che viene spesso lasciato attivo, è uno degli oggetti elettronici a maggiore consumo quando lasciato inutilizzato. Piccoli accorgimenti che possono fare la differenza sulla bolletta e, quindi, nelle nostre tasche a fine mese.

Risparmiare sulle offerte gas
Per quanto riguarda il riscaldamento, e quindi la spesa relativa al consumo di gas, il tutto dipende dall’utilizzo del sistema di riscaldamento. Per risparmiare, ad esempio, si può pensare a piccoli gesti come, ad esempio, impostare il termostato a 20 gradi. Spesso, infatti, tende a impostare il termostato a temperature maggiori di quelle realmente necessarie a garantire un’atmosfera sufficientemente calda. Non superare i 20 gradi all’interno della propria abitazione potrebbe essere un buon inizio per diminuire i costi relativi al consumo.
La dispersione del calore implica in maniera importante sugli impianti di riscaldamento. Per evitare tale dispersione si devono chiudere porte e finestre senza obbligare gli impianti di riscaldamento ad effettuare uno sforzo maggiore per raggiungere la temperatura stabilita. Ricordarsi sempre di non lasciare le finestre aperte negli ambienti che si intende riscaldare.
Per gestire al meglio i consumi è meglio non dipendere da sistemi di riscaldamento centralizzati come quelli spesso previsti dalle organizzazioni condominiali. Qualora non fosse possibile gestire in maniera autonoma il proprio impianto, è buona norma informarsi sulle spese previste durante il periodo invernale e sulle metodologie di utilizzo, come periodo di accensione e spegnimento e temperature massime raggiunte.