Bonus ai professionisti, imbarazzo in Regione per un sospetto caso di violazione della privacy

430
In foto una delle lettere inviate, a mezzo pec, ai professionisti ammessi al beneficio del Bonus da 1.000 euro

Regione Campania al centro di un sospetto caso di violazione della privacy. Pare, infatti, che nella mail inviata singolarmente ai professionisti per informarli dell’accoglimento della domanda per il Bonus di 1.000 euro siano comparsi anche gli indirizzi di tutti gli altri destinatari. Nelle foto diffuse, e che qui proprio per ragioni di tutela della riservatezza non pubblichiamo, si vede in cima all’elenco la mail di provenienza, quella del capo di Gabinetto del presidente della giunta regionale, e in seguito sia l’indirizzo di uno dei destinatari che tutti gli altri. “Una situazione gravissima – denuncia il senatore di Fratelli d’Italia e commissario regionale del partito, Antonio Iannone, che alla vicenda ha dedicato un post sui social – che si aggiunge alla vergogna dell’utilizzo di questo Bonus, pagato con i soldi di tutti i contribuenti, per scopi di campagna elettorale”. Certo la violazione compiuta dagli uffici di Palazzo Santa Lucia è meno grave di quella dell’Inps, che per il Bonus da 600 euro ha fatto finire in rete i dati privati di migliaia di contribuenti, ma rappresenta ugualmente motivo di imbarazzo. Per ora il polverone è sollevato e resta da vedere se nei prossimi giorni i professionisti colpiti dalla violazione intenderanno denunciare l’accaduto.