Boom di inglesi nelle isole del golfo, +6% nel 2015

23

Gli inglesi si confermano i nostri maggiori interlocutori nel settore turistico. I numeri parlano chiaro: L’80% dei tour operator britannici che organizzano viaggi in Italia ha scelto per quest’anno la provincia Gli inglesi si confermano i nostri maggiori interlocutori nel settore turistico. I numeri parlano chiaro: L’80% dei tour operator britannici che organizzano viaggi in Italia ha scelto per quest’anno la provincia di Napoli e le isole del golfo (consistenti in soggiorni marini e luoghi d’arte). Nel 2015 è previsto un aumento di prenotazioni pari al 6% nell’intera area metropolitana. In più, il mercato d’oltremanica si conferma al primo posto per quanto riguarda le richieste di incentivi economici. Questi ultimi hanno come scopo l’organizzazione di soggiorni e voli predisposti dalla Camera di Commercio di Napoli nel corso di quest’anno. Sono questi i principali numeri del sondaggio che sarà illustrato a Londra, durante il World Travel Market, dal presidente dell’ente camerale partenopeo Maurizio Maddaloni. Egli sarà presente, Lunedì prossimo, alla serata realizzata presso la sede londinese del locale pluristellato “Quattro Passi” di Nerano. L’iniziativa è stata promossa dall’ente napoletano in collaborazione con Federalberghi Sorrento. All’evento fieristico saranno presenti oltre 100 tour operator inglesi e diverse personalità del mondo politico e imprenditoriale camapano: l’assessore regionale al Turismo Pasquale Sommese, il presidente di Federalberghi Campania Costanzo Iaccarino e il numero uno degli albergatori di Ischia, Ermanno Mennella.