Borsa Italiana, le imprese “adottano” l’arte: fa tappa a Napoli la terza edizione di “Rivelazioni”

95

Borsa Italiana sceglie Napoli e il Museo e Real Bosco di Capodimonte per la terza edizione di “Rivelazioni – Finance for Fine Arts”, il progetto dedicato alla raccolta di risorse destinate al restauro delle opere presso aziende e operatori appartenenti alla comunita’ finanziaria nazionale e internazionale. Le prime due edizioni sono state realizzate a Milano alla Pinacoteca di Brera e a Venezia alle Gallerie dell’Accademia. A presentare questa edizione saranno tra gli altri il Direttore del Museo e Real Bosco di Capodimonte Sylvain Bellenger, l’Amministratore Delegato di Borsa Italiana Raffaele Jerusalmi, la Responsabile del Progetto Valentina Sidoti, l’Advisor per il fundraising e le relazioni con le imprese del Museo di Capodimonte Giovanni Lombardi. Nella conferenza stampa che si terra’ a Napoli il 6 giugno alle 12 al Museo di Capodimonte. Attraverso una nuova forma di mecenatismo, favorita anche dall’Art Bonus, i finanziatori che aderiscono al progetto, presenti durante la conferenza stampa nella sala della Culla (I piano), adottano un’opera tra quelle selezionate dal Museo e promosse da Borsa Italiana contribuendo alla loro restituzione a una piena fruibilita’ da parte del pubblico. Quest’edizione sara’ realizzata grazie all’impegno di aziende campane di “Elite”, il programma internazionale di Borsa Italiana nato nel 2012 in collaborazione con Confindustria dedicato alle imprese ad alto potenziale di crescita. Tra le imprese napoletane che partecipano al recupero del patrimonio artistico c’è anche Graded, azienda napoletana che opera da 60 anni nel mercato della progettazione, realizzazione, installazione e gestione di impianti tecnologici, di cogenerazione industriale e di produzione di energia da fonti rinnovabili, gestita in seconda generazione da Vito Grassi, vicepresidente dell’Unione Industriali di Napoli, e dal fratello Federico.