Borsa, per Elite un 2019 in crescita: raggiunte 1.400 imprese. Campania tra le regioni più rappresentate

203

Nuova importante crescita nel 2019 del progetto Elite, la piattaforma internazionale del London Stock Exchange Group, nata in Italia nel 2012, che ora raggiunge 1.400 imprese da 45 diversi Paesi nel mondo, con un fatturato complessivo di quasi 100 miliardi di Euro, che operano in 36 diversi settori con oltre 560.000 dipendenti. Sono 366 – informa una nota – le aziende che nel 2019 sono entrate a far parte dell’ecosistema internazionale di Elite anche grazie all’innovativo modello delle Elite Lounge in collaborazione con i principali player bancari, alcune tra le principali società di consulenza, partner internazionali e player regionali. Le Lounge oggi attive in Elite sono: Allianz, Banca Mediolanum, BancoBpm, Bdo, Bnl Bnp Paribas, Deloitte, Deutsche Bank, Intesa Sanpaolo, Kpmg, Leonardo, Ubi Banca e UniCredit Central East Europe. Le aziende EliteTE in Italia sono oggi 840, di cui 212 entrate nel solo 2019. Le regioni più rappresentate sono Lombardia, Veneto, Campania, Piemonte ed Emilia Romagna. A questo risultato ha contribuito Confindustria, partner strategico di Elite. Dalla nascita della piattaforma le operazioni di finanza straordinaria sono state 1.086 e hanno interessato 386 società, per un totale di controvalore delle operazioni che supera i 14 miliardi di Euro. Tra queste: 847 M&A e Jv, 84 Emissioni di Bond, 31 Ipo e 245 operazioni di private equity e venture capital.