Boss in incognito, Arcadia Yachts di Ugo Pellegrino protagonista della seconda puntata su Rai2

603
in foto Ugo Pellegrino, amministratore unico di Arcadia Yachts (Imagoeconomica)

Secondo appuntamento domani, martedì 7 giugno, alle 21.15 su Rai2 con Boss in incognito, il docu-reality condotto da Max Giusti, prodotto in collaborazione con Endemol Shine Italy, che racconta le storie degli imprenditori che hanno deciso di affrontare la sfida di lavorare per una settimana insieme ai loro dipendenti sotto mentite spoglie, camuffati, con una nuova identità e un aspetto fisico inedito, grazie a trucco e parrucco. Nella loro missione, i boss saranno aiutati dallo stesso Max Giusti, che, anche quest’anno, grazie a un travestimento e a un nome di fantasia, andrà in incognito e li sostituirà in alcune occasioni. Ogni puntata di Boss in incognito racconta una realtà aziendale italiana d’eccellenza e il protagonista di questo secondo appuntamento sarà Ugo Pellegrino, amministratore unico di Arcadia Yachts, un cantiere navale specializzato nella costruzione di yacht di lusso fatti su misura per clienti italiani e stranieri. La sede dell’azienda si trova a Torre Annunziata, in provincia di Napoli, dispone di un sito produttivo di 47.000mq e conta 150 collaboratori tra impiegati e maestranze. Durante la puntata Ugo Pellegrino si confronterà con alcuni tra i suoi operai: Claudio, che gli insegnerà i segreti della falegnameria e della carpenteria navale, Dymitro, con il quale imparerà a resinare i gusci delle barche, Benito, che lo guiderà nel collaudo pre-consegna di uno yacht, e, infine, con Enzo, che lo istruirà nel lavoro di stuccatura e riparazione di uno scafo. Max Giusti, invece, in incognito in missione per conto del Boss, incontrerà Salvatore, un maestro verniciatore. Agli operai, che lavoreranno fianco a fianco con il loro boss o con Max Giusti (entrambi camuffati), verrà detto – per non farli insospettire – che si sta girando “Back to work – Missione lavoro”, per Rai Documentari. L’esperienza di Boss in incognito permetterà a due mondi solitamente separati e distanti, quello dei boss e quello dei loro lavoratori, di incontrarsi: da un lato, i boss avranno l’opportunità di conoscere meglio chi lavora per loro e di capire, piu’ dall’interno, punti di forza e criticità della propria azienda; dall’altro, i lavoratori, senza saperlo, avranno l’opportunità di farsi conoscere dai propri titolari, spesso considerati inarrivabili, ma anche di conoscerli meglio umanamente, e non solo professionalmente. Solo una volta terminata la settimana di riprese nell’azienda, i lavoratori scopriranno che sono stati affiancati nelle loro mansioni dal loro boss e, in alcuni casi, da Max Giusti, che svelerà la sua vera identità. Nelle prossime puntate, Max Giusti arriverà in un’azienda che produce pizze fresche confezionate e in un’azienda che si occupa di imballaggi industriali