Botteghe di Mestiere e Fixo-Yei: nuovi incentivi per l’occupazione dei giovani

60


Parte la nuova programmazione delle politiche del lavoro e la riorganizzazione dei servizi all’impiego in Regione Campania, a presentare il progetto a Napoli, l’assessore regionale al Lavoro, Sonia Palmeri e Maurizio del Conte, amministratore unico di Italia Lavoro e presidente Anpal. “Con Botteghe di Mestiere e dell’Innovazione e Fixo-Yei – ha  spiega Palmeri – insieme alle altre misure della messe in campo da Regione e governo, estendiamo la partecipazione a Garanzia Giovani, anche ai ragazzi di 35 anni. in questo modo diamo loro la possibilita’ di imparare un mestiere fatto di innovazione ma anche tradizione. In Fixo-Yei protagonista e’ la scuola, che si trasforma in un vero e proprio ponte di collegamento tra i banchi e il mondo del lavoro. Grazie a questo insieme di misure previste dal Piano lavoro della nostra regione faremo capire ai ragazzi campani che il registro e’ cambiato e che possono diventare veri protagonisti del cambiamento”.
Fondamentale anche il progetto Botteghe di Mestiere e dell’Innovazione destinato a 190 giovani disoccupati e inoccupati che ha visto l’attivazione di 19 botteghe nei settori dell’agroalimentare, di legno e arredo casa, e ancora i settori navale, dell’abbigliamento e quello meccanico. “Siamo al fianco della Regione – spiega Del Conte – per fare squadra e per cercare di migliorare e intervenire laddove si dovessero creare difficolta’. Abbiamo la possibilita’ di formare i giovani, garantirgli un’occupazione e individuare le imprese che possono fare al caso nostro. Siamo soddisfatti di questa rete – ha poi concluso – anche dopo l’avvio del progetto Java, un programma che consiste nel finanziamento, tramite il Fondo Sociale europeo, di corsi di formazione per l’ottenimento della qualifica di programmatore JAVA e rappresenta un’occasione per accedere al mondo del lavoro specializzandosi in una delle tecnologie informatiche di riferimento per le imprese. I piu’ meritevolei avranno bonus e tirocinio pagato “.