Botteghe scuola, domani le domande
La Campania stanzia 7 milioni di euro

43

E’ stato pubblicato sul Bollettino Regionale di oggi l’avviso rivolto ai “Maestri artigiani” per finanziare lo svolgimento, all’interno delle “Botteghe Scuola”, della formazione professionale per l’apprendimento E’ stato pubblicato sul Bollettino Regionale di oggi l’avviso rivolto ai “Maestri artigiani” per finanziare lo svolgimento, all’interno delle “Botteghe Scuola”, della formazione professionale per l’apprendimento del mestiere. La misura, che si inserisce nell’ambito dei contratti di lavoro subordinato di alternanza scuola/lavoro stipulati con giovani tra i 15 e i 25 anni della Campania, recupera la tradizione dell’insegnamento dei mestieri artigiani, affidandola direttamente ai “Maestri” (e cioè agli artigiani con qualifica attribuita per la loro esperienza e competenza professionale dalla Regione Campania) in un contesto avanzato e moderno, che fornisce formazione e tutela dei diritti dei giovani. Nell’ambito dei contratti di apprendistato, stipulati nel rispetto delle condizioni di lavoro fissate dall’accordo regionale siglato tra Regione e parti sociali, la Regione Campania finanzia 400 ore di formazione professionalizzante per ciascuno dei tre anni di durata iniziale del contratto di lavoro. Al termine del percorso, il giovane riceverà anche il riconoscimento della relativa qualifica professionale, con validità europea. Ulteriore novità è rappresentata dal fatto che i percorsi di alternanza formazione/lavoro verranno svolti direttamente nelle aziende artigiane che sono state selezionate dalla Regione, nell’ambito delle disposizioni attuative della L.R. 20/2012, d’intesa con le associazioni datoriali e sindacali della Campania. In questo momento sono 71 le “Botteghe Scuola” e alcune centinaia i Maestri artigiani autorizzati a svolgere, nell’ambito delle proprie attività di lavoro, anche la formazione. La misura finanzia, per ciascun anno del percorso, fino a 5mila 600euro di formazione (elevabili ad 6mila 400euro per i giovani diversamente abili). Tali finanziamenti si affiancano a quelli attualmente previsti per la stipula di contratti di lavoro subordinato. Le risorse disponibili per le attività formative sono pari a 7milioni e mezzo di euro. Le domande potranno essere presentate a far data da domani. “Come sempre rispettiamo gli impegni, garantendo qualità e lavoro.” Così l’assessore alla Formazione professionale Severino Nappi. “Per la prima volta, non solo nel territorio regionale, si mette in campo uno strumento che consente di svolgere il percorso di formazione professionale direttamente durante il contratto di lavoro, finanziando il trasferimento delle competenze ai giovani da parte dell’artigiano. Lavoro vero e diritti garantiti per dar vita ad occupazione di qualità, rilanciando e investendo sul futuro dell’artigianato di qualità. La Campania della concretezza è quella che programma e realizza cose buone e utili per i cittadini”, conclude Nappi.