BrandOn group, il fatturato 2020 supera i 32 milioni: “Nuove assunzioni soprattutto al Sud”

94

BrandOn group chiude il 2020 con un fatturato di oltre 32 milioni di euro, con una crescita del 54%. La societa’ digitale esperta di vendite sui marketplace globali chiude l’esercizio 2020 con un Ebitda salito del 70% (1,7 milioni) e un utile netto che supera i 300mila euro. Anche dal punto di vista dei finanziamenti, il 2020 e’ stato “un anno importante: grazie all’ultimo Funding round di 3,5 milioni di euro (guidato da Cdp Venture Capital SGR come lead investor in coinvestimento con Primomiglio e Vulcano), il totale dei finanziamenti raccolti dall’azienda e’ salito a 7,6 milioni di euro dal 2012”.
“Il 2020 ha senz’altro accelerato cambiamenti gia’ in atto nelle abitudini d’acquisto dei consumatori cosi’ come nel ricorso a nuovi canali di vendita per le aziende di ogni categoria – osserva Ilaria Tiezzi, ceo di BrandOn group – nonostante il periodo di forte incertezza, BrandOn ha continuato sul percorso di crescita tracciato negli ultimi anni: dal 2018 ad oggi la profittabilita’ e’ cresciuta del 425%, il fatturato del canale B2B e’ passato da 9 a 30 milioni, il peso del canale B2C e’ cresciuto dal 2% al 7% e il volume delle spedizioni e’ decuplicato”. Il forte incremento dei ricavi – viene spiegato – e’ stato accompagnato anche da “un deciso aumento delle referenze in catalogo offerte da BrandOn, che oggi superano quota 6 milioni (rispetto alle poco piu’ di 800mila nel 2019), per un totale di 2,2 milioni di prodotti venduti nel corso del 2020 su oltre 45 marketplace internazionali”.
I settori che hanno registrato la crescita piu’ importante delle vendite sono: sport (+83%), beauty and cosmetics (+42%), healthcare (+148%); inoltre “il mondo dei libri e dell’editoria supera oggi gli 1,7 milioni di fatturato diventando di fatto la quarta categoria in assoluto per BrandOn e scavalcando il fashion-accessori. Grazie all’editoria, nell’ultimo anno per BrandOn “si sono aperti nuovi mercati extraeuropei, in particolare nel Nord America, ma anche in Giappone e in Canada. Una crescita intercontinentale destinata ad ampliarsi ulteriormente nel 2021”.
“Nel 2020 abbiamo aggiunto nuovi tasselli di sviluppo tecnologico al nostro ambizioso disegno – rileva Paola Marzario, presidente di BrandOn group – siamo convinti che una maggiore automazione dei processi permetta di gestire velocemente e in modo preciso volumi di ordini e di spedizioni sempre piu’ alti. Il nostro piano prevede entro la fine del 2021 di aumentare le assunzioni arrivando fino a 76 persone in organico e privilegiando soprattutto gli ingressi dalle regioni del Sud”.