Brinkmanship ovvero l’arte della guerra

110

In un contesto economico attuale dove tutto il mondo combatte cosa c’è di meglio se non leggere l’arte della guerra. Un manuale di strategia militare su come condurre e vincere una guerra non solo fatta di armi… L’importante è vincere in ogni costo e saper vincere pianificando tatticamente tutte le mosse in un conflitto di globalizzazione, cercando di ottenere il massimo profitto nel minor tempo possibile, senza combattere con armi senza combattere e con le minime perdite possibile.
Questo si identifica in Brinkmanship. L’arte della guerra ha influenzato non solo Mao-Tse-Tung nella sua lotta con Chiang KAi-shek ma anche personaggi illustri come Napoleone Bonaparte fino ad arrivare al generale Mac Arthur in Giappone.
Le teorie di Sun Tsu filosofo e generale cinese sono considerate ancora oggi molto attuali strategicamente parlando e trovano applicazione anche nelle strategie manageriali. Vi consiglio di adottarle per poter affrontare al meglio nuovi mercati. A dir il vero ci ho provato anch’io nel mio settore della gioielleria con ottimi risultati…
Per un ulteriori input vi consiglio di visitare La mostra l’Esercito di Terracotta nella Basilica dello Spirito Santo in Via Toledo dove potrete avere illuminazioni strategiche e di marketing…

Buon lavoro
Alfonso Vitiello