British Council, licenziamenti a Napoli: tre giorni di sciopero

81

La procedura di licenziamento collettivo è stata avviata il 20 febbraio. Negli incontri coi sindacati – si legge in una nota – l’azienda ha presentato un piano industriale per il rilancio assieme a proposte economiche per favorire l’esodo volontario o l’accompagnamento alla pensione. La Flc-Cgil ha proclamato tre giorni di sciopero contro i 19 licenziamenti minacciati dal British Council nelle sedi di Roma, Napoli e Milano, il 20 e 28 marzo e il 6 aprile. Nelle diverse occasioni saranno organizzati dei presidi di lavoratori. Da parte sua il sindacato ha chiesto il ritiro dei licenziamenti e che il piano di riorganizzazione aziendale preveda la ricollocazione del personale.