Broker online: cosa sono e come sceglierli

107

Come già accaduto in moltissimi altri settori, internet ha apportato numerosi cambiamenti anche nell’ambito degli investimenti, dando inizio ad una rivoluzione. Il Web infatti, ha reso accessibile la borsa a chiunque, rendendola non più appannaggio solamente degli esperti di settore. Concetti come azioni, forex o criptovalute, ora sono alla portata di chiunque, in qualsiasi momento. Questa maggiore accessibilità però, nasconde anche alcune insidie, che espongono i meno esperti a potenziali rischi. In questo articolo vedremo insieme come fare trading online “comodamente” da casa, ma soprattutto come farlo in sicurezza.

Il requisito primario per un broker online

A prescindere dalle potenzialità di guadagno dell’investimento prescelto, i requisiti basilari per cominciare ad operare online, sono piuttosto modesti. Sono sufficienti infatti un terminale, come un pc o uno smartphone, e una buona connessione internet. Ciò a cui si dovrà prestare maggiore attenzione invece, è la scelta del broker. In parole povere, un broker è un intermediario che acquista e rivende per conto di un cliente. Tale compravendita può essere di azioni, valute (forex), criptovalute e molto altro ancora.

Esattamente come nel mondo offline, dove l’intermediario a cui affidare i nostri soldi deve essere una persona affidabile, anche in quello online si deve prestare attenzione al medesimo fattore. Il primo parametro per giudicare la serietà di un broker, è che questo disponga delle licenze che lo autorizzano ad operare nel Paese di appartenenza. In Italia, l’organo che si occupa della regolamentazione e della sorveglianza dei broker online, è la CONSOB.

La scelta del broker online

Come attestano i siti specializzati che lo monitorano, il mercato dei broker online è piuttosto variegato. Ognuno di questi intermediari mette a disposizione una piattaforma su cui operare. Alcune di queste funzionano solamente via browser, per altre invece sono state sviluppate delle pratiche app per smartphone e tablet. Ad ogni modo, non tutte offrono il medesimo grado di difficoltà nell’utilizzo, e alcune risultano più user-friendly di altre. Nel caso si fosse alle prime armi, questo è un parametro da valutare con molta attenzione. In secondo luogo, ogni broker rende più o meno accessibile l’inizio dell’attività, determinando una soglia per il deposito minimo. In alcuni casi, tale deposito può partire anche da poche decine di euro. Per quelle persone che si approcciano per la prima volta al mondo degli investimenti online ad esempio, è consigliabile scegliere un operatore che permetta di aprire un conto demo gratuito.

Stiamo parlando della possibilità di sperimentare tutte le operazioni tipiche del trading online, senza però mettere a rischio i propri capitali. L’investimento vero e proprio si concretizzerà solamente nel momento in cui giusti fondamentali saranno acquisiti. Altri parametri da valutare, riguardano ad esempio l’assistenza. Alcuni broker sono più precisi e puntuali di altri, e mettono un maggior numero di canali a disposizione della clientela. Mail, ticket web, chat integrata e telefono sono quelli principali. Un terzo fattore da tenere in considerazione per la scelta del broker online, è quello degli strumenti formativi messi a disposizione, oltre al già citato conto demo. In base alla piattaforma infatti, potremo trovare dei corsi online, dei webinar, manualistica, e molto altro ancora. Alcune piattaforme infine, offrono la possibilità di fare copy trading, ovvero di copiare le strategie messe in atto da altri trader di successo, al fine di minimizzare i rischi.

Investimenti online: in conclusione

Come anticipato, internet ha reso accessibile a chiunque l’opportunità degli investimenti, esponendo di contro i soggetti più sprovveduti a potenziali rischi. Alcuni di questi spesso cadono in vere e proprie truffe. Quello degli investimenti online non è un gioco, ma solamente un’opportunità che va affrontata con serietà, costanza e molta formazione. Proprio per questo motivo, è opportuno ricordare che si dovrà sempre diffidare di coloro che offrono guadagni facili. Un investimento infatti, non potrà mai essere sicuro, perché il rischio è intrinseco. Tanto più alta sarà la possibilità di conseguire un profitto, maggiore sarà il rischio che si correrà. E viceversa.