Bruxelles: identificati 28 morti su 31

55

Delle 31 vittime dell’attentato del 22 marzo a Bruxelles (altre quattro sono morte in ospedale portando il bilancio a 35, ndr), 28 sono state identificate, mentre tre famiglie vivono ancora l’angoscia per i loro cari, in attesa dell’analisi del Dna. Lo ha reso noto la Procura federale belga.
    Il bilancio aggiornato non tiene conto dei tre attentatori suicidi. Al momento, si contano 15 morti all’aeroporto di Zaventem e 13 nella metro di Maelbeek. Per quanto riguarda il primo gruppo, sei sono belgi e nove di altri Paesi (americani, olandesi, svedesi, tedeschi, francesi e cinesi). Per quanto riguarda le vittime nella metro, 10 belgi, una italiana, Patricia Rizzo, una svedese e una inglese.
   

Delle 31 vittime dell’attentato del 22 marzo a Bruxelles (altre quattro sono morte in ospedale portando il bilancio a 35, ndr), 28 sono state identificate, mentre tre famiglie vivono ancora l’angoscia per i loro cari, in attesa dell’analisi del Dna. Lo ha reso noto la Procura federale belga.
    Il bilancio aggiornato non tiene conto dei tre attentatori suicidi. Al momento, si contano 15 morti all’aeroporto di Zaventem e 13 nella metro di Maelbeek. Per quanto riguarda il primo gruppo, sei sono belgi e nove di altri Paesi (americani, olandesi, svedesi, tedeschi, francesi e cinesi). Per quanto riguarda le vittime nella metro, 10 belgi, una italiana, Patricia Rizzo, una svedese e una inglese.