Bufala Fest 2018, il territorio al centro della IV edizione

62

Non solo mozzarella: la bufala diventa gourmet e si trasforma in menù degustazione ideati e cucinati da chef stellati, per incontrare il gusto e la creatività a tavola. Ricette ambiziose, dove carne e altre declinazioni del bufalo si mescolano all’eterogeneità di ingredienti campani a chilometro zero. Le tecniche di cottura di una delle carni più nutrienti esistenti in commercio e l’arte culinaria di chef, pasticcieri e pizzaioli saranno i protagonisti de I Sapori della Filiera, il contest di cucina e sperimentazione che animerà la IV edizione di Bufala Fest, la kermesse organizzata dalla Diciassette Eventi, totalmente dedicata alla valorizzazione dell’intera filiera bufalina. Portato avanti in collaborazione con l’Associazione Professionale Cuochi Italiani, il contest I Sapori della Filiera si propone di decantare il concetto di territorio con piatti unici capaci di esaltare almeno un prodotto del bufalo e della bufala, come carni, salumi, condimenti, formaggi e latticini di altra natura.
Sarà proprio il territorio, con le sue tipicità e le sue potenzialità, il tema della IV edizione di Bufala Fest, in programma dal 7 al 15 luglio 2018 sul lungomare di Napoli. Un fitto cartellone di eventi e iniziative che punta a stimolare il networking tra aziende e realtà che operano nel settore gastronomico ma anche, come recita il claim 2018, a offrire “sempre di più”, soprattutto in termini di qualità ed eccellenza, ai visitatori e agli espositori. Bufala Fest si rinnova, quindi, sperimentando un nuovo format con stand di livello internazionale, workshop e incubatori food per stimolare nuove idee e far crescere le aziende. E, per la prima volta, il pubblico potrà scoprire la carne o gli affettati di bufalo, protagonisti di un gustoso brasato, del sapore agrodolce di un arrosto o servito sottoforma di hamburger tra due semplici fette di pane, oppure potrà scegliere di affidarsi ai prodotti caseari che diventano yogurt, gelato o mozzarella, must sulla tavola e sulla pizza.
“La scelta del Territorio come tema di Bufala Fest 2018 – dichiarano gli organizzatori Antonio Rea e Francesco Sorrentino – nasce dall’esigenza di sottolineare la valenza strategica all’interno dell’economia regionale dell’intera filiera bufalina, che non può limitarsi solo al comparto lattiero-caseario. Nell’ambito di questa edizione abbiamo elaborato un ampio ed articolato programma di iniziative che attraverso la valorizzazione dell’intera filiera, intende promuovere il territorio campano, esaltandone le risorse ambientali, paesaggistiche, culturali ed enogastronomiche. Bufala Fest, dunque, si configura come una vera e propria azione di marketing territoriale, creativa e fantasiosa ma anche rigorosamente concreta, orientata verso un target di operatori e di fruitori in costante crescita”.
La manifestazione gode del patrocinio del Comune di Napoli, della Camera di Commercio Industria, Artigianato e Agricoltura di Napoli e del Consorzio di Tutela della Mozzarella di Bufala Campana. Tutte le informazioni sul Bufala Fest 2018 sono sul sito www.bufalafest.com. Sono aperte fino al 31 maggio le iscrizioni a I Sapori della Filiera nella sezione del sito dedicata al contest http://www.bufalafest.com/regolamento/.