Business del gioco, a Napoli record di imprese

62

In Italia sono 10.418 le attività legate al gioco: un settore che cresce dell’11% in un anno e del 48,2% in cinque anni. Per numero complessivo di attività, la prima provincia è Napoli con 1.250 (12% sul peso totale italiano e 7,5% in più rispetto al 2016), seguono Roma con 863 (+17,6%) e Milano con 440 (+6,8%), con Bari, Salerno e Torino che compaiono a loro volta nella “top ten”. Per quanto riguarda il tasso di crescita sull’anno, si segnalano invece Nuoro (+75%), Sassari (+50%) e Agrigento (+48%). E’ quanto emerge da un’elaborazione della Camera di commercio di Milano su dati del registro imprese negli anni 2017 e 2016, che evidenzia come in Lombardia – regione che rappresenta l’11,6% del totale italiano – l’aumento nel numero di imprese del gioco nell’ultimo anno sia stato dell’8,2%, con le realtà imprenditoriali del settore che sono passate da 1.121 a 1.213. In particolare, sul territorio lombardo aumentano le attività di gestione di apparecchi a moneta o a gettone che consentono vincite in denaro che passano da 483 a 530 e rappresentano il 43,7% del settore, oltre alle altre attività connesse con le lotterie e le scommesse, che passano da 451 a 497. Milano è la prima provincia con con 440 attività (+6,8%), Brescia la seconda con 179 (+22,6%) e Bergamo la terza con 135 (+12,5%).