Cacciatori di vini nella Capitale, torna WineHunter Roma

66

Roma, 28 nov. (Labitalia) – Arriva all’Acquario Romano, il 2 e il 3 dicembre, il WineHunter Roma 2017, l’evento dedicato al mondo del vino con oltre 60 aziende vitivinicole presenti da tutta Italia. Dopo l’evento che si è svolto a Merano dal 10 al 14 novembre, i ‘cacciatori di vini’ si sposteranno nella Capitale per una manifestazione pensata per gli operatori del settore ma soprattutto per gli appassionati del buon vino, al fine di conoscere da vicino il meglio del made in Italy, attraversando tutta la penisola.

Dopo il successo dello scorso anno, la fusione di cucina e vini si rinnova per raccontare la tavola di Natale che sarà il tema di questa seconda edizione della manifestazione. Non solo vino, quindi: la due giorni romana vedrà la presenza di chef stellati dall’Alto Adige al Lazio, che durante gli show cooking realizzeranno piatti della tradizione natalizia legata ai loro territori. Quest’anno i migliori pastai romani si sfideranno nella creazione del tortellino più buono di Roma, rivisitando uno dei principali prodotti di Natale delle tavole italiane. Niko Sinisgalli e Massimo Viglietti, lo chef ‘scultore’ del Ristorante Tazio e lo chef stellato di Enoteca al Parlamento, saranno i protagonisti degli show cooking della seconda edizione romana dell’evento.

Oltre agli show cooking ampio spazio avrà anche la mixologia. I nuovi bartender della Capitale si confronteranno sulla creazione di cocktail a base di vini. Spazio anche alla ‘Cinegustologia’: la ‘regia’ di una cucina è un po’ come la direzione di un film, in cui il regista ha a disposizione diverse materie prime (gli attori, le musiche, la sceneggiatura, la fotografia) che può utilizzare in vari modi e, seguendo questo filo logico, Marco Lombardi – grazie alla sua Cinegustologia – racconterà Massimo Viglietti come fosse Jim Jarmusch, associando due suoi piatti a due suoi film.