Cade nella voragine e muore: era aperta da 2 anni

27

Genova, 15 mar. (AdnKronos) – Un anziano è stato trovato morto all’interno di una voragine rimasta aperta dopo l’ultima alluvione. E’ accaduto in via Berno, sulle alture del quartiere genovese di San Fruttuosoa, e sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco e la polizia. I vigili hanno recuperato la salma.

L’uomo, un residente 87enne della zona, potrebbe essere caduto accidentalmente nella voragine, ma sono in corso le indagini per chiarire l’esatta dinamica dell’accaduto.

Il punto dov’è stato rinvenuto il corpo fa parte di un’area privata, quella di via Berno sotto la quale scorre il rio Rovare, corso d’acqua tombinato negli anni ’50 prima della costruzione del quartiere e che rientra nella mappa delle criticità legate a problemi di dissesto idrogeologico. Lo stesso Rovare rientra nel progetto di messa in sicurezza del territorio e a breve sarebbero dovuti partire i lavori di collegamento del torrente al più vasto scolmatore del rio Fereggiano. La buca si era generata a fine febbraio del 2016 a causa di un’ondata di maltempo, a valle di un’altra grossa frana generatasi durante l’alluvione di Genova 2011.

“La buca era transennata, con transenne classiche – spiega all’Adnkronos il presidente del municipio Bassa Val Bisagno, Massimo Ferrante – le ha messe Aster nel 2016 e lì sono rimaste per delimitare il pericolo”.

A poca distanza dalla voragine questa mattina sono state ritrovate un paio di ciabatte ma non c’è conferma che possano appartenere all’anziano. Non risultano al momento testimoni che lo abbiano visto cadere.