Caffè Kimbo, boom all’estero nel 2018: e il fatturato cresce del 2,3%

199
In foto Paola Rubino, presidente di Kimbo, l'attrice Serena Autieri e Alessandra Rubino, amministratore delegato dell'azienda di Melito

Nel 2018 il fatturato lordo di Kimbo, da più di 50 anni uno dei protagonisti del mercato nazionale del caffè per dimensione e simbolo del caffè italiano e dell’espresso napoletano, è stato pari a 187,5 milioni di euro, registrando una crescita assoluta del 2,3% rispetto al 2017, nonché un incremento del 13,7% del fatturato generato all’estero. In crescita del 13,7% anche il fatturato estero, che rappresenta ormai il 22% del totale. L’Ebitda è di circa 16 mln, pari al 9,3% del fatturato netto, mentre l’Ebit raggiunge circa 11 mln il 6,4% del fatturato netto. Una crescita significativa che ha portato Kimbo a chiudere il 2018 con una posizione finanziaria netta positiva per 21,8 milioni e che conferma una strategia di successo innanzitutto all’estero, con il brand presente ormai in circa 80 Paesi nel mondo. Kimbo si è confermato secondo player italiano nel canale retail in Italia.. Altrettanto strategico è lo sviluppo del settore dei monoporzionati e in particolare delle cialde in carta, segmento nel quale Kimbo è leader italiano con una quota del 22% delle vendite nel canale Iper+Super. Nel 2018 i volumi di cialde in carta sono infatti cresciuti del 19%, con previsioni di ulteriore incremento per il 2019, grazie al lancio delle cialde in carta compostabile e di nuove miscele e formati. Le vendite in volume di capsule compatibili con altri sistemi non proprietari sono cresciute del 62% nel 2018 grazie ad investimenti in pubblicità televisiva e digitale e ad un continuo ampliamento della presenza nei punti vendita.
Prosegue inoltre lo sviluppo nel canale Ho.Re.Ca. in Italia, il cui fatturato a valore registra una crescita del 12,5%, effetto del reclutamento di nuovi bar trattanti il brand Kimbo e dell’espansione territoriale. Fattore chiave è anche l’innovazione di prodotto: nel 2018 Kimbo ha, infatti, introdotto sul mercato italiano ed estero oltre 30 nuove referenze, così da intercettare e soddisfare le preferenze degli appassionati di caffè nel mondo. “Siamo molto soddisfatti dei risultati del 2018, frutto di una continua ricerca della qualità, da sempre la priorità per Kimbo: fattore che porta l’azienda ad un continuo successo anche nei mercati esteri nei quali ci stiamo progressivamente espandendo di anno in anno. Il nostro presidio sull’Italia resta comunque fondamentale e il Belpaese rimane il mercato di riferimento”, dichiara Alessandra Rubino, Amministratore Delegato di Kimbo Spa. “Diffondere il caffè italiano nel mondo e rendere disponibile sul mercato nazionale ed estero un prodotto di qualità, ispirato alla tradizione napoletana, realizzato con le più avanzate tecnologie è da sempre la nostra missione – continua Alessandra Rubino -. In tal senso vanno letti gli investimenti in nuove linee per la produzione di capsule ed il potenziamento della capacità produttiva delle cialde presso lo storico stabilimento di Melito di Napoli”.