Caivano, il Cdm scioglie il Consiglio comunale per infiltrazioni criminali

62

Il Consiglio dei ministri, su proposta del ministro dell’Interno Marco Minniti, a norma dell’articolo 143 del Testo unico delle leggi sull’ordinamento degli enti locali (Tuel), ha deliberato lo scioglimento del Consiglio comunale di Caivano (Napoli) assieme a quelli di Bompensiere (Caltanissetta), Limbadi (Vibo Valentia), Manduria (Taranto) e Plati’ (Reggio Calabria), a causa delle riscontrate ingerenze da parte della criminalita’ organizzata. Deliberata anche la proroga, per una durata di sei mesi, dello scioglimento dei Consigli comunali di altri due comuni del Napoletano: Casavatore e Crispano per le necessità di proseguire l’opera di risanamento dagli accertati condizionamenti da parte della criminalita’ organizzata.