Cambiamenti

24
Auto foto creata da freepik - it.freepik.com

Durante questo periodo di emergenza per la presenza del virus covid-19, un’indagine condotta dal gruppo bcg ha evidenziato un cambiamento nelle preferenze della popolazione in termini di mobilità. In particolare, da un’analisi campionaria è emerso che il 37% della variabile verificata nei prossimi 12-18 mesi non utilizzerà più i mezzi pubblici, quali autobus, metropolitane, treni, ecc., Preferendo veicoli privati, come auto e biciclette. Questa tendenza può essere attribuita alla paura delle infezioni e alla necessità di mantenere le distanze sociali. Inoltre, l’importanza dei veicoli autonomi può essere verificata non solo per l’impatto diretto sulla salute umana, ma anche per questioni legate alla protezione ambientale. Infatti, l’aumento dell’uso di biciclette e altri mezzi di trasporto a basse emissioni inquinanti preserva l’attuale situazione ambientale. Ed è per questo motivo che molti paesi hanno introdotto incentivi per l’acquisto di questi veicoli, oltre alla possibilità di usufruire del servizio di bike sharing. D’altra parte, questa situazione di emergenza vede anche un aumento dell’uso dell’auto, che è piuttosto incline all’inquinamento. Durante il blocco, infatti, era evidente il ruolo dannoso delle auto, il cui mancato utilizzo per mesi fu un sospiro di sollievo per il pianeta: l’acqua era limpida, gli animali occupavano le strade disabitate e l’aria era più pulito. Sono questi i motivi che hanno portato le industrie automobilistiche ad adottare l’idea di produrre auto elettriche o comunque ibride, per evitare che l’aumento dell’utilizzo di veicoli privati, a scapito del trasporto pubblico, possa essere dannoso per l’ambiente. Lo studio condotto dal BCG porta nel medio-lungo periodo a due possibili scenari: il ritorno alla normalità con il ritorno alla quotidianità del trasporto pubblico, oppure l’affermazione dello schema sopra descritto con i mezzi privati. In conclusione, qualora prevalesse il secondo scenario, è possibile vedere l’avvento del covid-19 da una prospettiva non del tutto negativa. Questo può essere vero solo se i cittadini sono coerenti nel seguire le regole.