Cambiano i social media, nuovo zapping con lo smartphone

31

Milano, 14 giu. (Adnkronos) – Cambiano i social network e lo smartphone è il nuovo strumento di zapping. Parola di Andrea Albanese, social media marketing manager – digital communication advisor, tra i protagonisti della Social media marketing day Italia a Milano. “Facebook sta fabbricando influencer sulla sola base del tempo che passano e dei like che fanno fare: se non hai nulla da fare diventi influencer”, spiega l’esperto sottolineando come “il like non è più sufficiente, chi critica e ha un linguaggio violento viene ‘escluso’, avere seguito e visibilità sui social è diventato molto più complesso e lo sarà ancora di più” in un magma di flusso di informazioni. 

Sul fronte del modo in cui le aziende usano gli strumenti digitali, “c’è bisogno di persone che sanno e invece ci troviamo di fronte a un buco informativo, a università e master che preparano solo a livello teorico. Di fronte a una comunicazione globale, le aziende hanno bisogno di persone iperspecializzate”, ma anche di evitare il “rischio di fare grossi investimenti e sbagliare dove si investe: sono diversi anni che c’è Facebook e ci sono aziende che iniziano solo ora. Facebook è uno strumento da usare senza indugio da parte delle aziende”, ma da abbinare a strategie di marketing e comunicazione”.

In questo la customizzazione giocherà per le aziende un ruolo importante.  “Lo smartphone – sintetizza Albanese – è uno strumento evoluto di zapping: telecomando e tv portatile insieme”, mentre se Twitter riuscirà entro fine anno a fare dirette tv “questo sarebbe dirompente, se riescono in questa operazione può cambiare il futuro. Twitter è molto più libero, permette di seguire chiunque senza limitazioni di numero e va sul contenuto”, oltre a essere uno strumento che mette sempre più in contattato azienda e cliente.