Camera di Commercio di Napoli, Forum sulle opportunità di investimento in Corea

34
In foto Girolamo Pettrone, commissario della Cciaa Napoli e amministratore di S.I. Impresa

Il giorno 20 giugno 2018 alle ore 11.00 presso la Sala Consiglio della Camera di Commercio di Napoli, S.I. Impresa, azienda speciale della Camera di Commercio di Napoli, nell’ambito delle attività previste dal Progetto Enterprise Europe Network (Een), organizza il Forum “Napoli incontra la Corea del Sud”. La giornata si aprirà con i saluti istituzionali dell’avvocato Girolamo Pettrone, commissario straordinario della Camera di Commercio di Napoli e amministratore unico di S.I. Impresa, e di Dario Scalella, console onorario della Corea del Sud a Napoli. a presentazione del Paese sarà a cura di Kotra Milano, agenzia per la promozione degli scambi commerciali e gli investimenti diretti esteri della Repubblica di Corea, con la presenza del direttore generale, Jang Sooyoung. La Camera di Commercio di Napoli, ritiene fondamentale il supporto alle Pmi locali che intendono avvicinarsi a nuovi mercati con l’obiettivo di favorire e potenziare i rapporti commerciali in ambito internazionale. n particolare la Corea del Sud rappresenta la quarta potenza economica dell’Asia dopo Giappone, Cina e India e dal punto di vista commerciale è localizzata in una delle zone più dinamiche del mondo. Per quanto concerne l’interscambio con l’Italia, la proiezione commerciale delle imprese italiane sul mercato coreano si è andata consolidando nell’ultimo decennio e il commercio rappresenta oggi la dimensione più rappresentativa delle relazioni economiche bilaterali. Ad oggi si contano circa novanta aziende italiane presenti in Corea del Sud ed i settori più rappresentati sono la meccanica, l’energetico, l’agroalimentare, la moda e l’automotive. Al Forum sarà significativo il supporto dei rappresentanti di Kotra che offriranno l’occasione di approfondire, nel corso della giornata, tutte le tematiche relative alle opportunità commerciali nonché alle problematiche legate all’approccio logistico e normativo del Paese.