Camera del lavoro di Napoli, da oggi il congresso

23

Inizia stamane e si concluderà domani, mercoledì 14 novembre, alla Stazione Marittima di Napoli il V congresso della Camera del lavoro metropolitana del capoluogo campano. Oltre ai temi di carattere nazionale, che saranno al centro del XVIII congresso nazionale in programma a Bari dal 22 al 25 gennaio 2019, saranno affrontate le questioni legate alle trasformazioni del lavoro e della società, al superamento delle diseguaglianze prodotte dalla crisi tra Nord e Sud e tra centro e periferie. In apertura, alle 10, ci sarà la relazione introduttiva del segretario generale, Walter Schiavella e i saluti del sindaco di Napoli, Luigi De Magistris, del presidente dell’Autorità Portuale, Pietro Spirito, dei segretari generali provinciali di Cisl e Uil, Giampiero Tipaldi e Giovanni Sgambati. I lavori della prima giornata saranno conclusi dal segretario generale della Cgil Campania, Giuseppe Spadaro. Mercoledi 14 proseguirà il dibattito e, a fine mattinata, è previsto l’intervento di Gianna Fracassi, segretaria nazionale Cgil, che chiuderà i lavori. A seguire, gli adempimenti congressuali con l’elezione degli organismi e la loro convocazione per l’elezione del segretario generale. Ai lavori del V congresso della Cgil di Napoli saranno presenti varie associazioni. Tra queste, anche l’Orchestra Sinfonica dei Quartieri Spagnoli che questa sera alle 18 proporrà un concerto al Conservatorio San Pietro a Majella – Sala Scarlatti dedicato proprio al lavoro e alle tematiche di carattere sociale. La Cgil di NAPOLI approda al congresso sulla scorta delle 629 assemblee svolte nei luoghi di lavoro, che hanno coinvolto 94.291 iscritti. I votanti sono stati 52.667 (pari al 55,86% degli iscritti). Il documento “Il lavoro e’“, prima firmataria Susanna Camusso, ha raccolto il 96,92% dei consensi, il documento “Riconquistiamo tutto!”, prima firmataria Eliana Como, il 3,08%. Al congresso parteciperanno circa 200 delegati. Diretta Facebook del congresso alla pagina ufficiale Cgil Napoli.