Camera di commercio di Napoli, 60 mila euro per la sanità: raccolta fondi promossa da Aicast e Bcc

39
in foto Ciro Fiola, presidente della Camera di commercio di Napoli

Tre assegni per un totale di 60mila euro, frutto di una raccolta fondi promossa da Aicast (Associazione Industria Commercio Artigianato Servizi e Turismo) e Banca di Credito Cooperativo di Napoli, sono stati consegnati questa mattina nel salone delle grida della Camera di commercio di Napoli ai rappresentanti di Asl Napoli 1, Ospedale Cotugno e Fondazione Pascale. Un segnale tangibile di sostegno per chi opera quotidianamente nella lotta al Covid-19. “La Camera di Commercio su richiesta di Aicast e Bcc Napoli ha ospitato questa consegna di fondi, destinati ad alcune realtà della sanità in Campania – ha spiegato il presidente dell’ente camerale Ciro Fiola -. Una raccolta organizzata in un momento particolare dove il Covid-19 mordeva ma che si attualizza con i momenti che stiamo vivendo. A noi ha fatto piacere che le imprese si siano associate per questa raccolta fondi, aggregando poi anche i cittadini. Noi siamo pronti anche a fare altro per sostenere chi opera a favore di chi soffre, partecipando a ulteriori analoghe iniziative”. “L’associazione di commercianti che rappresento ha dimostrato sensibilità al richiamo ed ha voluto partecipare a questa raccolta – ha sottolineato Liliana Langella, presidente provinciale Aicast -. La cosa importante è che bisogna mettere in mostra le figure dei commercianti perché vengono viste solo come persone che agiscono nell’ambito del commercio e non si occupano del sociale. Invece ancora una volta abbiamo dimostrato che tutti insieme siamo presenti anche nei problemi del sociale”. “Non è stata una raccolta fondi ma un’aggregazione di speranza e di fiducia – ha dichiarato Amedeo Manzo, presidente della Bcc Napoli – che tutti i napoletani, nostri soci, nostri clienti, ma anche cittadini normali, hanno ritenuto di poter fare e voler fare a prescindere dalla disponibilità economica a favore di chi continua a combattere per la nostra salute. Ma soprattutto per dare un segno di partecipazione, per sviluppare quel modello di democrazia partecipativa che passa per l’economia, l’economia solidale e la finanza”. Gli assegni sono stati consegnati al direttore generale dell’azienda di Colli, Maurizio Di Mauro, al direttore scientifico del Pascale, Gerardo Botti e alla dirigente Daniela Cicala in rappresentanza dell’Asl Napoli 1.