Camorra, scacco all’Alleanza di Secondigliano: arresti in tutta Italia. Sequestrati beni per oltre 100 mln

89
Imponente operazione all’alba dei carabinieri del Ros e del Comando provinciale di Napoli, con l’ esecuzione su tutto il territorio nazionale di 126 provvedimenti cautelari emessi dal Gip di Napoli su richiesta della Procura nei confronti di appartenenti ai clan Contini, Mallardo e Licciardi. Contestualmente, la GdF ha sequestrato beni per un valore superiore ai 100 milioni. L’attività di indagine è stata condotta anche con l’apporto investigativo della Polizia di Stato e della Dia.  Il procuratore Giovanni Melillo terrà una conferenza stampa alle ore 11.

Arrestati e e indagati nell’ambito del blitz contro l’l’alleanza di Secondigliano devono rispondere di numerosi reati che vanno dall’associazione di tipo mafioso al traffico di sostanze stupefacenti, all’estorsione, all’usura, al riciclaggio ed altri gravi reati. Ricostruiti gli assetti gerarchici interni e documentati i numerosi reati commessi dagli affiliati, “indicatori della pervicace capacita’ di intimidazione – si legge in una nota – esercitata sul territorio e, in alcuni casi, anche di ingerenza all’interno di strutture pubbliche”.