Campania, 2 mld per ricerca e innovazione
Trombetti: Accelerazione è best practice

38

La Regione Campania ha raggiunto un target di spesa certificata (dati al novembre 2014) del valore di 2.154.057.884 euro, pari al 47,07% della dotazione finanziaria del Programma La Regione Campania ha raggiunto un target di spesa certificata (dati al novembre 2014) del valore di 2.154.057.884 euro, pari al 47,07% della dotazione finanziaria del Programma Operativo Regionale 2007-2013. In particolare la Campania è la quarta regione in Italia e la prima nel Mezzogiorno, per gli investimenti in Ricerca ed Innovazione. I dati sono stati presentati nell’ambito dell’evento annuale svoltosi presso Smau, in corso alla Mostra D’oltremare di Napoli. Dario Gargiulo, autorità di gestione POR Campania FESR 2007-2013, spiega che i risultati sono stati ottenuti attraverso una strategia top-down, che ha sviluppato un’azione di programmazione concentrata su alcuni temi, ed un’attività di bottom-up, realizzata nell’ultimo anno e mezzo, con procedure aperte agli enti locali, alle università, alle imprese e alle scuole. Queste azioni hanno consentito di destinare 971 milioni di euro per la ricerca e l’innovazione, 850 milioni di euro per le scuole (interventi in sicurezza, accessibilità e dotazioni tecnologiche) e produrre un avviso per circa 1,4 miliardi di euro per gli enti locali. “Tutte le azioni realizzate per il sistema di ricerca ed innovazione, compresa la nascita dei Distretti ad Alta Tecnologia – dice il vicepresidente della Regione Campania Guido Trombettihanno creato i presupposti per la crescita del territorio. L’accelerazione della spesa è una best practice che sarà replicata anche nell’ambito della nuova Programmazione 2014/20120 perché con essa siamo riusciti a dare risposte alle progettualità già disponibili e in tempi brevi”.
target-9-12-2014.compressed.pdf