Campania, al via il piano di forestazione: 1.300 nuove piante nel parco del Vesuvio

109

Lecci, frassini, roverelle, corbezzoli e pini domestici: ben 1300 nuove piante per ‘Gli alberi del vulcano’, il progetto realizzato da Misura insieme all’Ente Parco nazionale del Vesuvio, che prende il via simbolicamente in occasione della Festa dell’Albero che cade ogni anno proprio il 21 novembre. I primi alberi messi a dimora nel Parco del Vesuvio sono dei lecci ed e’ stata scelta proprio questa giornata, istituita da ministero dell’Ambiente nel 2013, per ricordare che gli alberi sono fondamentali per la vita sulla Terra perche’ assorbono circa il 29% delle emissioni globali e si stima che una singola essenza arborea di medie dimensioni piantata in citta’ e’ capace di assorbire in media tra i 10 e i 20 kg CO2 all’anno. Gli alberi inoltre servono a preservare le riserve idriche, a contrastare il dissesto idrogeologico e a favorire la vita di molte specie animali. L’intervento di Misura ‘Gli alberi del vulcano’ rientra tra le attivita’ di gestione forestale sostenibile che l’Ente Parco ha messo in campo dopo il devastante incendio che ha interessato l’area protetta nell’estate 2017 ed e’ realizzato in collaborazione con il Dipartimento di Agraria dell’Universita’ degli Studi di Napoli Federico II. Il progetto prevede la messa a dimora di 1.300 piante e sara’ fondamentale per favorire ed accelerare la naturale ricostituzione forestale e la prevenzione di futuri incendi.