Campania da scoprire, al via la terza edizione di Michaelica: spettacoli e mostre lungo il Cammino dell’Angelo

47
in foto Sant'Angelo di Alife

Convegni, mostre, laboratori e spettacoli per raccontare il legame profondo tra San Michele e il territorio e per promuovere il cammino dell’Angelo nell’Alta Terra di lavoro. Sant’Angelo di Alife, Raviscanina, Rocchetta e Croce, Gioia Sannitica, Roccaromana, Castel Campagnano saranno i protagonisti assoluti di un  programma di eventi culturali tutti incentrati sulla riscoperta dei luoghi michaelici, attraverso il cammino noto come quello dell’Angelo. Un nuovo modo di scoprire, un’esperienza di turismo completamente diversa.
E’ tutto pronto per la terza edizione di “Michaelica”,  progetto finanziato dalla Regione con Fondi Poc 2014 – 2020 – Programma di eventi per la promozione turistica della Campania – “Azione 2 – eventi di rilevanza nazionale ed internazionale – itinerari” e da sei Comuni casertani.
“Gli itinerari michaelici – si legge in una nota – si presentano  come nuovi sentieri da percorrere per chi vuole conoscere l’Italia più profonda e nascosta. In questo nuovo percorso, l’ospite si lascia alle spalle il classico concetto di viaggio per lasciarsi avvolgere da una nuova idea di turismo esperienziale. Non si è più alla ricerca di siti omologati dalla cultura globale ma si scelgono luoghi autentici dove cercare la propria essenza”. “I sei comuni – affermano gli organizzatori – si sono impegnati ad attivare questo nuovo percorso esperienziale che permette ai visitatori di conoscere luoghi autentici in cui sperimentare quello che è definito in tutto il mondo “il vivere all’italiana”. Infatti, non solo sarà possibile visitare luoghi, ma anche assaporare i gusti dei piatti tipici, sentire gli odori ed esplorare con tutti i sensi la bellezza del territorio. Un cammino che unisce fede e cultura regalando al visitatore la sensazione di una completa connessione fisica, emotiva e spirituale. Il programma, ricco e dettagliato di eventi, sa coinvolgere l’anima e i sensi dei visitatori”.
Gli itinerari dell’Angelo detti michaelici, quello del Matese e del Volturno Maggiore, solleciteranno la curiosità di chi ha voglia di perdersi nei colori della natura e degli appassionati del trekking. Si potranno visitare luoghi suggestivi come le Grotte di san Michele, borghi e chiese, raggiungibili grazie al servizio navetta, saranno luoghi perfetti per momenti di riflessione e raccoglimento. L’esperienza sarà approfondita grazie a convegni e mostre che riveleranno nuovi aspetti del territorio e del culto di San Michele. Le note e voci di musicisti popolari coloreranno le serate degli eventi con le loro esibizioni. Le varie degustazioni degli eccellenti prodotti locali delizieranno la gola dei presenti che avranno così l’opportunità di immergersi nei sapori persi nel tempo.

in foto Ciccio Merolla
in foto Sant’Angelo di Alife
in foto Fiorenza Calogero